Informativa sull'uso dei cookie

Il sito web http://www.lungomontepisano5stelle.it/ utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Paolo Landi e su come gestirli.

 

Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle Cittadini attivi e idee in MoVimento di Bientina - Buti - Calci - Vicopisano
FacebookRSS FeedGuarda i video sul nostro canale YouTube!

Vicopisano un Caffè a 5 Stelle: Martedì 9 Giugno ore 21:00

caffe-a-5-stelle-657x360
Ti aspettiamo, martedì 9 Giugno 2015 dalle ore 21:00 per il nostro consueto incontro settimanale; Il Movimento 5 Stelle non è un partito politico e non lo vuole diventare, perciò non ha e non vuole avere una sede fissa, per questo incontro siamo ospitati nei locali del CIRCOLO MCL SANT’ANDREA Via Orsini, 55 – Cucigliana (Pi), siamo cittadini in mezzo ai cittadini, senza filtri e senza segreti, non abbiamo niente da nascondere, l’unica nostra strategia politica è la trasparenza sempre. Si ricorda che l’incontro è pubblico ed aperto a tutti!

Mobilità sostenibile a Vicopisano con la velomobile Zephyrus - Sabato 23 Maggio 2015 ore 11:30

velomobile zephirus 23 maggio 2015

Il gruppo Movimento 5 Stelle Lungomonte Pisano, da sempre interessato al tema della mobilità sostenibile, parteciperà all'interessante esperimento del progetto MO.SO.TO. che si terrà Sabato 23 Maggio, con ritrovo alle ore 11:30 dalla piazza D. Cavalca di Vicopisano per arrivare a Pontedera al centro Sete Sois nel pomeriggio, facendo tappa anche a Calcinaia dopo pranzo. Sarà possibile vedere e provare la velomobile Zephyrus.

Conferenza stampa presentazione progetto di bilancio condiviso per il comune di Vicopisano - 08/05/2015

conferenza stampa progetto bilancio smallIl gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Vicopisano ha indetto per Venerdì 8 Maggio, ore 17:30 una conferenza stampa, da tenersi presso la ex scuola elementare di Vicopisano in piazza Domenico Cavalca, durante la quale sarà illustrato dal portavoce consigliere Paolo Landi, un innovativo progetto per garantire una TRASPARENZA mai vista nel nostro territorio, questo grazie ad un applicazione web sviluppata localmente che permetterà ad ogni cittadino di avere in maniera rapida una visione completa del bilancio comunale, con la possibilità di esplorarlo fino nel dettaglio con pochi semplici click.

Questa necessità di trasparenza è molto sentita tra i cittadini, che come indicato anche nello Statuto Comunale, hanno il diritto di concorrere all'indirizzo, allo svolgimento ed al controllo delle attività del Comune.

Riteniamo che sia importante mettere a disposizione le informazioni e gli strumenti necessari per poterne usufruire con semplicità e tutelare questo diritto.

Le pubbliche amministrazioni hanno infatti l'obbligo di pubblicare i dati relativi al bilancio di previsione ed a quello consuntivo al fine di assicurare la piena accessibilità e comprensibilità: con questo progetto quindi, il gruppo del Movimento 5 Stelle vuole mettere a disposizione dei cittadini Vicaresi uno strumento di partecipazione e trasparenza attivo, che evidenzia l'importanza della pianificazione economica delle spese per la comunità, nonché come efficace strumento di monitoraggio, il tutto ad esclusivo vantaggio della comunità e della stessa amministrazione che può trarre beneficio dalle istanze e proposte dei cittadini.

Ulteriori dettagli del progetto saranno forniti durante la conferenza stampa, nella quale verrà mostrato anche lo spot video che è stato preparato per diffondere l'iniziativa in rete.

Comunichiamo inoltre che il gruppo Movimento 5 Stelle ha organizzato per la stessa sera, alle ore 20:30, una cena aperta a tutti i sostenitori e simpatizzanti presso il circolo MCL Sant'Andrea di Cucigliana, in via Orsini 55.
Per informazioni sulla conferenza e prenotazioni per la cena è possibile inviare una mail a - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Essere di parte: storia del 25 Aprile raccontata ai bambini

25 aprile 2015

 

Essere di parte: siamo all'opposizione per rappresentare gli interessi della collettività e dei cittadini.
Siamo ostacolati sistematicamente dal potere della casta.
Siamo di parte: siamo PARTIGIANI.

Nessuno è perfetto e tutti sbagliano, è quindi fondamentale che le decisioni siano prese a larga maggioranza e per fare questo dobbiamo partecipare in tanti, anzi tantissimi. Oggi, come ieri, non siamo liberi di decidere nulla anche se la situazione globale è leggermente migliorata: questo è dovuto da chi detiene da sempre il potere, perchè come ci racconta la data del 25 Aprile, per gli oppressori è stato rovinoso schiacciare un intero paese, mentre singolarmente e a piccoli gruppi (lavoratori; studenti; pensionati; ecc) e in tempi differenti, creando disinteresse per la vita politica e sociale, è più vantaggioso.

Il 25 Aprile viene spesso festeggiato da chi sostiene questa strategia, da chi negli ultimi venti o trenta anni non ha fatto che privatizzare beni pubblici, accettare compromessi vergognosi ed ostacolare la partecipazione, promettendo ogni volta di risolvere i problemi con la sola propria parola d'onore.

I bambini devono conoscere questi pericoli, da dove sono nati e chi ancora li alimenta, perchè da grandi non dovranno essere costretti ad abbandonare il proprio paese o a viverci in cambio di ignobili compromessi che ne limiteranno la libertà.

Buon 25 Aprile a tutti quelli che partecipando, resistono e garantiscono che la libertà sia presente anche nel futuro.

Gruppo scuola e politiche sociali
M5S Vicopisano (PI)

 

 

"C'era una volta un piccolo regno di nome Italia, in cui le persone vivevano in dignitosa povertà. Un giorno, qualcuno decise di essere più bravo e forte di tutti, autoproclamandosi Duce, cioè condottiero e convinse anche le persone del paese, che dovevano essere d'accordo con lui. In realtà non tutti lo erano, ma vuoi un po' perché sottovalutarono la sua arroganza, vuoi un po' perché avevano altro da fare, lasciarono che le decisioni importanti fossero prese da un gruppo di esaltati chi si chiamarono fascisti.
Non serve un dottore per capire che se uno ha un sintomo di una malattia, deve curarsi invece di aspettare un decorso naturale, perché la malattia potrebbe anche ucciderti o lasciarti offeso. Ma gli abitanti del piccolo regno, poiché la loro ingenuità faceva si di credere che potevano avere dei vantaggi a fare i favori a qualche megalomane, lasciarono che i fascisti imponessero le loro regole: la scuola, la religione, il lavoro, le vacanze, lo sport, il cibo e tutto quanto dovevano essere come dicevano loro. E chi non era d'accordo veniva picchiato e arrestato. Anche gli abitanti del piccolo regno che pensavano non fosse giusto, pur di mantenere i loro privilegi e non subire violenza, preferivano assecondare questo modo di fare anche quando dall'alto fu presa la decisione di andare in guerra, ad uccidere e farsi ammazzare solo per il tornaconto dei fascisti e del loro capo.
Ma per fortuna, alcuni abitanti interessati più al bene di tutti che al loro vantaggio personale, decisero di mettersi dalla parte dei cittadini e si chiamarono tra loro Partigiani. Organizzandosi con i soli mezzi a disposizione quali l'onestà e la volontà di vivere in un paese libero e non oppresso da nessuno, sacrificarono la loro vita e la loro giovinezza per tutti noi. Il 25 aprile 1945 i Partigiani, supportati dagli Alleati, cioè gli altri paesi che avevano subito danni e distruzione da parte dei fascisti e il loro duce, misero fine al tragico periodo di morti e rovine dando così il via al processo di liberazione dell'Italia dall'oppressione fascista.
Qualche anno dopo, dalle idee di democrazia e libertà, il piccolo regno si trasformò in una piccola Repubblica da cui è nacque la sua legge fondamentale che è la Costituzione Italiana. E vissero tutti felici e contenti!

Purtroppo cari bambini, questa storia non è finita e non finirà mai, infatti tocca a voi migliorarla e raccontarla anche ai vostri amici, ai fratelli e sorelle e un giorno ai vostri figli e nipoti perché dovete sapere che la storia è sempre destinata a ripersi infatti i 50 milioni di fascisti, dopo la liberazione non scomparirono, ma si autoproclamarono antifascisti e democristiani continuando ad avere tornaconti personali rubando alla povera gente della piccola Repubblica, avvelenandola, depredandola e approfittandosi del lavoro dei cittadini, fino a che ancora altri cittadini decisero di essere dei nuovi partigiani, organizzandosi con i soli mezzi a disposizione quali l'onestà e la volontà di vivere in un paese libero e non oppresso da nessuno. Fu così che i 50 milioni di democristiani diventarono oggi antidemocristiani. Pur restando fascisti, pur restando democristiani.
E oggi, quando in questo giorno del 25 aprile si festeggiano i primi Partigiani, quelli che hanno dato la vita per la nostra libertà, non dobbiamo solo vedere le bandiere rosse o i pugni alzati ed ascoltare le belle canzoni, ma guardare negli occhi chi tiene quella bandiera, chi alza quel pugno e chi canta quella canzone perché è molto probabile che riconosciate persone che nella piccola Repubblica sostengono gli attuali organi di potere che tolgono i diritti ai lavoratori, che tolgono le scuole ai bimbi come voi, che tolgono la salute ai cittadini, che inquinano l'ambiente con il cemento e gli inceneritori, che considerano normale decidere del futuro di tutti senza nemmeno sentire che cosa avete da dire, che giustificano i ladri e i corruttori tanto da riscriverci insieme la nostra legge fondamentale che è la Costituzione Italiana, nata dalle tragiche vicende concluse il 25 aprile 1945.
Nella piccola Repubblica, se non vogliamo più essere oppressi da pochi potenti, dobbiamo poter decidere, partecipare e scegliere chi ci deve rappresentare, ma solo per brevi periodi, perché amministrare dovrà essere compito di tutte le persone, voi compresi come in un'unica grande famiglia. Ma per fare questo dobbiamo essere Partigiani e stare dalla parte dell'onestà, della trasparenza e della libertà, anche se questo vuol dire lottare, non scendere a compromessi con chi sostiene questo tipo di società e rimetterci del nostro.
Solo questi cittadini della piccola Repubblica, potranno definirsi Partigiani e avranno la dignità per poter alzare il pugno, la bandiera rossa e cantare le canzoni partigiane per ricordare con autentico onore chi è morto per la libertà di tutti noi.
Buon 25 Aprile a tutti i bimbi."

Incontro con Giacomo Giannarelli a Calcinaia (PI) 28/04/2015

Il Movimento 5 stelle di Vicopisano e il Meetupp Lungomonte Pisano, ringraziano i Meetup che sabato 18 aprile hanno reso possibile l'evento dedicato alla giornata della terra a San Giovanni alla vena. La partecipazione dei candidati portavoce consiglieri per la circoscrizione di Pisa e la presenza del portavoce deputato Alfonso Bonafede, ha permesso di analizzare a fondo la situazione politica locale e nazionale evidenziando quanto le scelte imposte dall'alto per i soli benefici di pochi, non solo sono gravose per le tasche del contribuente e per le imprese che cercano di fare un'agricoltura biologica e sostenibile, ma sono altrettanto deleterie per il sistema dell'ambiente che ogni giorno si trova minacciato da cementificazione selvaggia e inquinamento incontrollato.

 

A causa dell'influenza stagionale non è potuto essere presente il candidato portavoce alla carica di governatore della Toscana Giacomo Giannarelli, che incontrerà tutti i cittadini della zona martedì 28 aprile alle ore 21:30 presso la sala Orsini a Calcinaia (PI). In questa occasione sarà presentato il programma elettorale regionale e trattati dei temi specifici della zona interessata. Per essere parte attiva del cambiamento è fondamentale sfruttare ogni occasione di partecipazione e condivisione.

 

 

Si ricorda che gli interventi della giornata di sabato 18 sono presenti sul canale di informazione Youtube TVicopisano, suddivisi in sette video che trattato gli argomenti presentati.   

Giornata mondiale della terra - Incontro pubblico Sabato 18 Aprile a San Giovanni alla Vena

banner incontro giornata terra


Nonostante i problemi logistici/organizzativi dovuti al rilascio delle autorizzazioni da parte dell'amministrazione comunale, siamo riusciti ad organizzare per il giorno Sabato 18 Aprile, ore 17.30 in Piazza della Repubblica a San Giovanni Alla Vena (Vicopisano), un incontro pubblico sul tema dell'ambiente e sviluppo del territorio.

L'agorà si svolgerà in prossimità della GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA del 22 Aprile in cui si celebra il diritto di tutti, a prescindere dall'etnia, dal sesso, dal reddito, di vivere in un ambiente sano, equilibrato e sostenibile.

Ci troviamo in un contesto, i Monti Pisani, dove i fasti di un'olio d'oliva dalle caratteristiche uniche sono ormai un ricordo, i terreni agricoli vengono (mal)gestiti amatorialmente, e le potenzialità turistiche del territorio vengono mortificate da una politica locale incompetente e legata ad interessi di parte. I risultati: zero posti di lavoro, abbandono dei terreni agricoli, incuria.

La tradizionale piantumazione in loco di un albero verrà sostituita dalla donazione al miglior offerente di un MANDORLO, da piantare in uno dei tanti oliveti, a sottolineare la necessità di una diversificazione ed intensificazione delle colture.

L'incontro vedrà l'intervento del candidato governatore alla regione Toscana per il Movimento 5 Stelle, Giacomo Giannarelli, la nostra portavoce in commissione agricoltura in Parlamento Chiara Gagnarli, i candidati consiglieri alla regione Toscana per la circoscrizione di Pisa ed altri attivisti locali che hanno contribuito alla stesura del programma regionale sulle tematiche trattate.

Nello specifico verrano toccati i seguenti argomenti:

- Fusione fra aeroporto di Pisa e di Firenze, nuova pista di Peretola e conseguenze per i territori coinvolti, in particolare per l'economia del nostro territorio (l'amministrazione locale ultimamente sta facendo del turismo, a parole, un suo cavallo di battaglia, ma nel frattempo quelli del loro stesso partito minano una fonte principale per lo sviluppo del turismo, cioè l'aeroporto)

- Agricoltura, turismo ed olivicoltura: le proposte del M5S per le elezioni regionali, con particolare riferimento ai terreni agricoli marginali caratteristici dei Monti Pisani

- Terme e parchi termali

I candidati alla regione toscana ed i nostri rappresentanti nelle istituzioni, saranno disponibili per parlare con i cittadini, raccogliere le istanze e rispondere alle loro domande.

Invitiamo tutti i cittadini, i commercianti e gli imprenditori del territorio a partecipare all'incontro, e chiediamo di aiutarci a diffondere l'iniziativa.

Saranno inoltre presenti anche numerosi gruppi locali del Movimento 5 Stelle che anno contribuito, nei vari ambiti, alla stesura del programma regionale, che è stato arricchito così con le varie competenze maturate nel tempo dai gruppi e con le necessità e soluzioni ai problemi specifici del territorio.

Di seguito il volantino dell'evento.

Vi aspettiamo!

volanino 18 4 vicopisano FRONTE mini