Informativa sull'uso dei cookie

Il sito web http://www.lungomontepisano5stelle.it/ utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Paolo Landi e su come gestirli.

 

Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle Cittadini attivi e idee in MoVimento di Bientina - Buti - Calci - Vicopisano
FacebookRSS FeedGuarda i video sul nostro canale YouTube!

Meetup - "Un caffè a cinque stelle"

caffe-a-5-stelle-meetup

Proseguono i nostri consueti incontri settimanali del Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle, dove i cittadini sono invitati a portare le proprie idee e scambiare soluzioni utili ai cittadini.

Ti aspettiamo , martedì 27 Settembre dalle ore 21:15, davanti all'ingresso del Circolo L'Ortaccio – Vicopisano (Pi).

Il Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle non è un partito politico e (non parla nè rappresenta il M5S) non lo vuole diventare, perciò non ha e non vuole avere una sede fissa. Siamo cittadini in mezzo ai cittadini, senza filtri e senza segreti, l’unica nostra strategia politica è la trasparenza ed il confronto, sempre. Si ricorda che l’incontro è pubblico ed aperto a tutti!

Portate con voi le vostre proposte da condividere e discutere con il gruppo , la condivisione è la base da cui partire per "coltivare" e portare all'interno della comunità le buone idee e le buone pratiche.

Meetup Lungomonte Pisano

Meetup - 06 Settembre 2016 ore 21:15

caffe-a-5-stelle-meetup

Ti aspettiamo, MARTEDI 30 Agosto 2016 dalle ore 21:15 per il nostro consueto incontro settimanale, e per riprendere i nostri incontri dopo la pausa estiva, portare proposte e discutere idee e soluzioni condivise; Il Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle non è un partito politico e non lo vuole diventare, perciò non ha e non vuole avere una sede fissa. Per questo incontro ci troveremo presso i locali del Ristorante La Meridiana Perignano (Pi), su invito del Meetup di Ponsacco e Casciana Terme Lari, per assistere ad un importante dibattito condotto da Gianmarco Marcellino (sotto, la locandina dell'evento). Siamo cittadini in mezzo ai cittadini, senza filtri e senza segreti, non abbiamo niente da nascondere, l’unica nostra strategia politica è la trasparenza ed il confronto, sempre. Si ricorda che l’incontro è pubblico ed aperto a tutti!

A presto!

Meetup Lungomonte Pisano

Meetup buti in piazza per i referendum

Il Meetup Buti 5 stelle scende in piazza per i referendum.

Il Comitato Toscano Promotore del Referendum Abrogativo ha come scopo l'abrogazione dell'art. 34 bis della legge 40/2005. Tale articolo prevede la gestione sperimentale tramite convenzioni con il Privato. Tutti possono aderire al Comitato e l'adesione implica espressamente la netta contrarietà alla politica sanitaria di Rossi, del Partito Democratico e propri cespugli . Il principio fondante del Comitato è la riconquista dei diritti sanciti con la legge 833 con la piena partecipazione dei Comuni alla programmazione e gestione delle politiche sanitarie e socio sanitarie locali.

La Cittadinanza tutta ed i simpatizzanti sono invitati.

buti_cinque_stelle.jpg

BUON FERRAGOSTO dal Meetup!!

per-ferragosto.jpg

Anche il Meetup Lungomontepisano5stelle è in vacanza!

Abbiamo passato un altro anno insieme, i nostri incontri, in compagnia del portavoce in Consiglio Comunale Paolo Landi, sono stati intensi e profiqui.

Ci aspetta un altro anno che ci auguriamo ci vedrà anche più numerosi alle riunioni del Martedi, ricchi di idee e progetti, determinati e combattivi, I cittadini se lo aspettano.

Gli appuntamenti che ci attendono da settembre sono derminanti ed impegnativi: Ci sono i banchini informativi per le ragioni del NO (#iodicono) che ci vedranno schierati al fianco degli aderenti al Comitato per le ragioni del NO della Valdera, e sappiamo quanto sarà importante e difficile, anche i nostri antagonisti ce la metteranno tutta e noi dovremo essere i migliori ed i più preparati, la posta in gioco è molto alta, è in gioco la democrazia e la Sovranità popolare e, nonostante tutti gli ostacoli che sono stati posti sul nostro cammino,(#NODELIBERA45) daremo il nostro apporto con le risorse che abbiamo..

Ancora un grazie agli intervenuti alla "Pizzata in Piazza" a S:Giovanni alla Vena che ha visto partecipare il portavoce regionale Enrico Cantone, il portavoce nel Consiglio di Cascina Claudio Loconsole, ed il nostro Paolo Landi, e  vecchi nuovi amici che ci auguriamo continuino ad onorarci della loro presenza.

Un grazie anche agli amici de IL BARRINO e della Pizzeria Pizza in Piazza di S.Giovanni alla Vena per la loro professionalità.

Allora BUON FERRAGOSTO A TUTTI! e arrivederci a Settembre.

 

Meetup Lungomontepisano5stelle

La supercazzola è di Sinistra?. Ma anche di Destra

Amicimiei-Tognazzi.jpg

E’ quanto ci siamo chiesti ascoltando la lunga “requisitoria” del Capogruppo di maggioranza in quota SEL, Aldo Picchi che ha sciorinato durante il suo intervento sulla mozione presentata dal Portavoce Consigliere del Movimento 5 Stelle, Paolo Landi, sull’abolizione del Quorum dai referendum comunali: una serie di motivi (si -no) che gli impedivano di prendere in considerazione il problema, alquanto “risibili” come ad esempio il fatto di non aver partecipato alle commissioni in quanto non membro, in un politichese degno di uno scafato politico di professione (senti magnetofono sul sito del Comune di Vicopisano al tempo 2:06,15), Difatto “L'amministrazione vicarese, nel Consiglio Comunale del 27.07.2016, ha respinto la nostra proposta per rendere accessibile ed efficace lo strumento del referendum comunale, diminuendo il numero di firme necessario per indire una consultazione (oggi al 15%) e rimuovendo il quorum (oggi al 50%).  I cittadini devono avere strumenti per esprimersi ed intervenire attivamente nelle scelte del proprio Comune. La nostra proposta è stata bocciata con la scusa che serve dare comunque una certa rappresentanza numerica al voto” (cit). Ovvero, il senso dei discorsi si potrebbe tradurre in: “abbiamo paura di perdere il controllo della cosa pubblica” . Quello che verrebbe da pensare è se nove persone vogliono poter decidere da dentro il palazzo senza interferenze alcune da parte dei cittadini . Parrebbe di si e che per i nostri Amministratori, la sovranità popolare vada “controllatacon un numero “più realedi firme e casomai con un quorum più basso ma “rappresentativo”, Insomma somministrata a piccole dosi, pilotata da chi (i partiti tradizionali) se ne guardano bene di lasciare libera, sennò va poi a finire come per la Brexit-

 

Ma è anche di destra ? La considerazione nasce dopo la  sciorinata della consigliera della Lega Nord sul referendum che fu indetto epr conoscere il parere degli abitanti della Frazione, sul "campino" di Cucigliana (che vista la fine che ha fatto, poteva veramente diventare un parcheggio), anche se è vero, come dice la consigliera Marrica Giobbi (magnetofono 2:27,26) che: “quando una consultazione è sentita dalla cittadinanza, non c’è quorun che tenga”ma, come affermato dal Consigliere Landi,trovandoci daccordo:" Il Quorun è il vero frano a mano di questo strumento di Democrazia Diretta".

 

Comunque è stato BOCCIATO!


P.S: pillola finale, il referendum confermativo per la modifica della Costituzione è senza quorum. Ma non lo dite forte, qualcuno potrebbe spaventarsi, magari 3 italiani potrebbero decidere per tutti e sarebbe pericoloso....tipo come il trio Renzi, Boschi e Verdini! (cit)

Oggetto: manifesto sindaci toscani per il Si al referendum costituzionale. Lettera aperta dal Comitato per il NO alle riforme costituzionali.

12805740_1562835594030154_7798490884864099563_n.png

Riceviamo  e pubblichiamo dal Comitato Democrazia Costituzionale della Valdera, la lettera aperta inviata ai Sindaci, firmatari del documento unitario di sostegno al SI alle riforme costituzionali.

Come Meetup Lungomontepisano5stelle, siamo a fianco al Comitato nella azione di sostegno ed informazione delle ragioni del NO alle riforme costituzionali che condividiamo fattivamente e che continueremo a promuovere, nonostante l'ostruzionismo della  Giunta Comunale di Vicopisano retta dalla maggioranza PD-SEL (#nodelibera45) nel cammino di avvicinamento al Referendum .Ci uniamo altresì nel deprecare l'uso della carica di Sindaco (di tutti i cittadini) per fare propaganda a favore della  propria parte politica, usando la propria posizione "privilegiata" di Primo Cittadino in totale mancanza di rispetto per le opinioni differenti presenti nel proprio comune e nella stessa maggioranza.

lì 10 agosto 2016

                                                           

Alla c.a.   Sindaci dei Comune di:

 

Ponsacco -    Francesca Brogi

Bientina -       Corrado Guidi

Buti -              Alessio lari

Calcinaia -     Lucia Ciampi

Capannoli -  Arianna Cecchini

Lajatico -       Alessio Barbafieri

Casciana Terme Lari - Mirko Terreni

Palaia -           Marco Gherardini

Pontedera -   Simone Millozzi

Vicopisano - Juri Taglioli

Fauglia -        Carlo Carli

Santa Luce - Giamila Carli

Oggetto:  manifesto sindaci toscani per il Si al referendum costituzionale.

Come Comitato della Valdera per il NO alle modifiche costituzionali, esprimiamo  il nostro più vivo sconcerto rispetto alla posizione assunta da Lei, in qualità di  Primo cittadino,  sottoscrivendo il manifesto dei  Sindaci toscani per il Sì al referendum costituzionale, iniziativa ricordiamo  promossa da un Ministro della Repubblica.

Il nostro  sconcerto non deriva ovviamente dalle sue posizioni, ogni persona è libera  a livello individuale di avere le proprie idee ed esprimerle, anche sul referendum costituzionale. Altra cosa è farlo in qualità di Sindaco di una comunità. Utilizzare il proprio ruolo istituzionale per fini propagandistici e politici.

Lei  ha  un  ruolo pubblico che ricopre  in base al voto espresso  da migliaia di cittadini e cittadine, una comunità appunto,  in cui ci sono e ci saranno coloro che sono per il SI e altri per il NO alle modifiche costituzionali. Una cosa è assumere una posizione in qualità di iscritto del PD o libero cittadino, altra cosa è  prendere  una posizione chiaramente  di “parte”, in qualità di Primo Cittadino di una comunità che esprime  differenti  posizioni al suo interno.

La nostra  non vuole  essere una  lezione per nessuno,  ma la naturale considerazione che assumiamo come cittadini di fronte alle posizioni prese dal proprio Sindaco, che dovrebbe rappresentare la comunità nella sua interezza, e saper distinguere e tenere ben  separati  il  proprio  ruolo istituzionale rispetto  alle   posizioni personali e di partito.

 

            Distinti saluti 

                                                                       p. Comitato per il NO

                                                                             il coordinatore

                                                                             Giancarlo Onor

 
 

Ma che cos'è il FOIA?

Il FOIA è legge, adesso abbiamo l’apriscatole!

tonno_scatoletta-630x355[1]

Cos’è il FOIA?

Il (FOIA) acronimo di “Freedom of Information Acts” è un diritto universale, che è alle fondamenta  della nostra libertà di espressione perché è il presupposto di una piena partecipazione come cittadini alla vita democratica, e si basa sul diritto di accesso all’informazione, in base ad esso la pubblica amministrazione ha obblighi di informazione, pubblicazione e trasparenza e i cittadini hanno diritto a chiedere ogni tipo di informazione prodotta e posseduta dalle amministrazioni che non contrastino con la sicurezza nazionale o la privacy.

Dallo scorso Maggio 2016 grazie al decreto attuativo Dlgs Trasparenza, anche i singoli cittadini ITALIANI hanno ora diritto di conoscere dati e documenti in possesso della pubblica amministrazione, anche senza un interesse diretto.

Il FOIA può garantire la massima trasparenza della PA e la più ampia partecipazione dei cittadini, che possono esercitare un controllo democratico sulle politiche e le risorse pubbliche.

Adesso abbiamo l’apriscatole!

( Per Gentile concessione Meetup Casciana Terme Lari)