Informativa sull'uso dei cookie

Il sito web http://www.lungomontepisano5stelle.it/ utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Paolo Landi e su come gestirli.

 

Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle Cittadini attivi e idee in MoVimento di Bientina - Buti - Calci - Vicopisano
FacebookRSS FeedGuarda i video sul nostro canale YouTube!

C come Chiara, V come Vittoria



Bene. questa vittoria senza precedenti: 19 ballottaggi su 20, induce ad una riflessione sia a livello nazionale che locale.

A livello nazionale, come gli Italiani si stiano svegliando da quel torpore mediatico che li ha narcotizzati fino a qualche tempo fà, si informino aldifuori dei media sussidiati.

Chi come i vecchi politicanti, elenca promesse su promesse di facciata (appunto promesse elettorali), perlopiù irrealizzabili, tanto poi chi controlla la realizzazione? E tutto finisce in palazzi e tangenti.

E chi invece, intanto incensurato, i programmi li scrive a quattro mani con i cittadini.

Chi secondo voi avrà scritto il programma più vicino ai loro bisogni?(vedi il programma elettorale partecipato del M5S Vicopisano)

Il trionfo locale dei Cittadini nelle istituzioni, rivela che questa necessità ormai è inconvertibile: Gli Italiani sono stufi degli annunci, delle sparate, delle mancette e delle minacce preelettorali, anzi ringraziamo la Ministra Boschi per le sue dichiarazioni sui finanziamenti a Torino che sicuramente non hanno fatto altro che convincere magari qualche scettico a votare il rinnovamento).

(Bene in bocca al lupo ai nuovi Sindaci, anche a quelli non del Movimento Cinque stelle, li attende una importante sfida, noi dal canto nostro continueremo col portavoce Paolo Landi a portare avanti la nostra azione di controllo e trasparenza. Certo il lavoro per questi 19 ragazzi sarà duro, e pieno di ostacoli, (vedi Comune di Livorno), dovranno ,come dice la Chiara, “ricostruire la fiducia nelle istituzioni, e smettere di pensare che “tanto sono tutti uguali”. NOI NON SIAMO UGUALI!!, e se verranno scoperte “pecore nere”, verranno immediatamente espulse, perchè per noi  La Costituzione, Le Leggi e i Regolamenti,SOnO SACROSANTI.

 

A livello locale che dire…...a parte la "rosica" che avrà assalito chi fino a ieri accusava e offendeva gratuitamente sul proprio profilo e nei Circoli paesani "i grillini" di ogni colpa , stendiamo un pietoso velo sui risultati nel comune di Cascina, dove ha vinto, anche se di stretta misura uno scontento e una sfiducia più dettata dalla “pancia” che dalla conocenza dei programmi.

Ma soprattutto ci lascia perplessi l’endorsement ed il totale appoggio personale del Sindaco di Vicopisano Taglioli.

Sue le parole sul profilo del Sindaco uscente di Cascina Antonelli, a sostegno della affidabilità dettata dalla “esperienza” garantita! da chi di politici se ne intende.,Bè i suoi concittadini non sono stati dello stesso avviso e hanno sfrattato l’inquilino. Inoltre è la dimostrazione di ciò che noi del Meetup da tempo abbiamo evidenziato, ovvero che nella Giunta di Vico le decisioni vengono prese a scatola chiusa ,più per “ordini di scuderia” che per cognizione e valutazione dei reali bisogni dei Cittadini  (vedi Geofor - Reteitalia, Consorzio Parco Termale etc..). E su questo ci sarebbe da riflettere.....

Noi dal canto nostro, col nostro Portavoce, seguiremo nella nostra opera di verifica e controllo propositivo, nell’unico interesse comune:La trasparenza, I Cittadini.

Comunicato del Comitato NO Biogas Valdera

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] DEJA-VU

Riceviamo da Comitato NO BIOGAS e pubblichiamo:

A volte pare che il tempo si sia fermato, oppure sembra di tornare indietro di anni. Peccato che poi uno si guarda allo specchio e scopre “comè difficile restare padre quando i figli crescono e le mamme imbiancano”.
Oggi è’ una di quelle volte. A riportare indietro le lancette dell’ orologio sono le dichiarazioni di Paolo Marconcini, ex sindaco di Pontedera e attuale Presidente di Geofor SpA nonchè membro del CDA di Electrawind Srl, la società delle pale eoliche.
Le sue dichiarazioni sembrano un deja-vu di 6 anni fa, quando usò il falso bersaglio della costruzione di un inceneritore per ampliare la discarica. Poi l’inceneritore non fu fatto, ma la discarica fu ampliata. Poi e’ arrivata l’Ecoacciai, poi è arrivato l’impianto di selezione della REVET, poi è arrivato l’impianto per la produzione dei gessi di defecazione, e ora ci vogliono mettere pure un bel gassificatore.
Marconcini dice che la Valutazione d’Impatto ambientale verrà fatta insieme all’ Autorizzazione Integrata Ambientale, dimostrando con questo di non conoscere nè la legge nè il buon senso: la Valutazione d’impatto Ambientale (VIA) e’ una VALUTAZIONE (appunto) preventiva, espressa e motivata, da acquisire PRIMA dell’ autorizzazione finale alla realizzazione di un singolo progetto ed ha come obiettivo la preventiva individuazione degli effetti sull’ ambiente e non mira semplicemente (come l’ AIA) alla riduzione degli impatti inquinanti.
Infatti la VIA si basa su uno Studio d’Impatto Ambientale (che NON è stato presentato) che “individua, descrive e valuta gli effetti negativi diretti e indiretti del progetto sull’ uomo, fauna e flora, matrici ambientali, sulla loro interazione, sui beni materiali e sul patrimonio culturale e contiene la descrizione del progetto, delle principali alternative, delle componenti ambientali soggette a impatto, del cumulo con altri impianti già esistenti e delle misure attivabili per evitare, ridurre o compensare eventuali danni, come ad esempio l’effetto domino che si potrebbe creare nel caso all’ interno del gassificatore (che produce un gas sporco contenente una parte di metano quindi esplosivo) ci fosse un’esplosione, e questa esplosione si propagasse agli edifici e agli impianti vicini, come ad esempio a quello della REVET, che tratta plastica, e la plastica è infiammabile.
La Direttiva Seveso Ter parla chiaro in merito, peccato che Marconcini pare non averla letta.
Altro strafalcione e’ dire che il gassificatore sarebbe “la modifica non sostanziale di un impianto esistente”. Peccato che anche qui il Codice ambientale (e anche la giurisprudenza) dicano diversamente: un raddoppio di capacità, ma anche un incremento delle emissioni di un ordine di grandezza E’ una modifica sostanziale.
Il vecchio impianto di compostaggio NON produce molti degli inquinanti caratteristici delle centrali a biogas come quella che si vuole costruire (notare sempre il prefisso “bio” o “eco” o “green” tutte le volte che ci vogliono dare una fregatura). Quindi la VIA VA FATTA, che a Marconcini piaccia o no.
Forse lui non la vuole perchè sa che un impianto come quello in un contesto simile non sarebbe mai autorizzato, o forse in realtà’ il suo obiettivo e’ un altro e il gassificatore è’ solo uno specchietto per le allodole, ma non potendo saperlo ad oggi dobbiamo riprendere le armi dello studio e della legge e ricominciare a dare battaglia.
Per questo Martedi 21 alle ore 21,30 presso il Poliedro ci sarà un incontro pubblico di presentazione del comitato NO BIOGAS, al quale presenzieranno i consiglieri regionali Giacomo Giannarelli, Irene Galletti ed Enrico Cantone, durante il quale saranno affrontate le criticità dell’ impianto, saranno illustrate alcune delle alternative disponibili e decideremo insieme ai cittadini che vorranno intervenire ed impegnarsi con noi le strategie da mettere in campo.
Vi aspettiamo!

COMITATO NO BIOGAS

il Meetup va in Trasferta

Siamo lieti di comunicare che Sabato 18 c.m., dalle ore 16,00 il Meetup Lungomontepisano5 stelle, sarà presente alla Esposizione e Convegno per la rivincita dell'Agro-alimentare di qualità delle colline Toscane, che si svolgerà nella zona della Fila, a Peccioli (Pi): PER LE NOSTRE COLLINE, organizzato dal Meetup Amici a 5 stelle di Peccioli.Saremo presenti con i nostri attivisti, il portavoce consigliere del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle di Vicopisano, Paolo Landi.Avrete modo di conoscere noi ed i nostri progetti e condividere in allegria una giornata all'insegna della qualità alimentare.

Questo il programma della manifestazione:

Venite a conoscere i meetup del territorio

Sabato 18 Giugno, in occasione dell’evento “Per le nostre colline“, saranno presenti vari gazebo a rappresentare i vari meetup del territorio:gazebo

  • Castelfranco di Sotto
  • Santa Croce S/A
  • Montopoli
  • San Miniato
  • Calcinaia
  • Vicopisano
  • Buti
  • Casciana Terme – Lari
  • Pontedera
  • Ponsacco
  • Cecina
  • Rosignano
  • Cascina
  • Livorno

Il meetup Amici a 5 stelle di Peccioli ringrazia tutti i gruppi per la loro partecipazione e invita le persone che verranno alla manifestazione di approfittare di questa grande opportunità per informarsi di ciò che succede anche nei territori a noi limitrofi. Alcuni gruppi condivideranno lo stesso gazebo.

Inoltre saranno presenti anche i seguenti gazebo:

  • Sportello anti-equitalia Toscana
  • Sportello del Microcredito Toscana
  • Raccolta firme per referendum costituzionale e contro l’Italicum.

Anche in questo caso esortiamo i cittadini ad approfittare della presenza sul territorio di questi punti e quindi di partecipare numerosi.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Fonte Meetup "Amici a 5 stelle" Peccioli

Meetup in piazza il 12 giugno 2016

 

.Il 12 giugno 2016 , il Meetup Lungomontepisano 5 stelle scende in piazza a sostegno del Comitato Democrazia Costituzionale della Valdera, sezione di Vicopisano, per la raccolta firme ed informare sui motivi del No ai referendum costituzionali e all'Italicum, i cittadini che interverranno al Mercatino del Collezionismo di Vicopisano.

 

Oltre agli attivisti e simpatizzanti, sarà presente anche il portavoce del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle di Vicopisano Paolo Landi, che ringraziamo per la disponibilità, e che provvederà alla certificazione delle firme.

 

Ci troverete in Via A. Diaz alla fine della pista ciclabile, alla intersezione con Via Gelsini dalle ore 9.00 alle 18.00.

 

ARRIVEDERCI.

Meetup - Vicopisano Martedì 07 giugno 2016 ore 21:15

caffe-a-5-stelle-meetup

Proseguono i nostri consueti incontri settimanali del Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle.

Ti aspettiamo come di consueto, martedì 07 giugno dalle ore 21:15, presso i locali del Circolo L'Ortaccio – Vicopisano (Pi). Ringraziamo La direzione del Circolo per la disponibilità

Il Meetup Lungomonte Pisano 5 Stelle non è un partito politico e non lo vuole diventare, perciò non ha e non vuole avere una sede fissa. Siamo cittadini in mezzo ai cittadini, senza filtri e senza segreti, non abbiamo niente da nascondere, l’unica nostra strategia politica è la trasparenza ed il confronto, sempre. Si ricorda che l’incontro è pubblico ed aperto a tutti!

Portate con voi le vostre proposte da condividere e discutere con il gruppo , la condivisione è la base da cui partire per "coltivare" e portare all'interno della comunità le buone idee e le buone pratiche.

Meetup M5S Lungomonte Pisano

Nemo profeta in Patria

Fin dai primi mesi del 2013 il MeetUp lungomontepisano e Vicopisano (che non è ne un partito, ne un'associazione, ne un comitato, ne altro, ma un solo un gruppo di cittadini incensurati che fanno volontariato per proporre idee e soluzioni al fine di migliorare il territorio su cui vivono) avevano chiesto a tutte le persone interessate a gestire in prima persona il bene comune, quali progetti o idee avrebbero voluto realizzare per sviluppare in modo alternativo la comunità in cui vivevano al fine di rendere il paese resiliente alle numerose crisi che coinvolgono ormai tutta la nazione (lavoro; ambiente; rifiuti; rischio idrogeologico; sanità; ecc).

Poiché i temi trattati non potevano essere sostenuti da nessun partito che negli ultimi sessantanni ha portato a questa situazione economica e sociale, il MeetUp ha chiesto la certificazione del Movimento 5 stelle che ha adottato per le elezioni il primo programma partecipato della storia del nostro Comune.

Tantissime le idee pervenute dai cittadini, dall'acqua pubblica, alla gestione interna di rifiuti con la compostiera di quartiere, alla mobilità sostenibile, l'asilo diffuso, sviluppo del turismo, la messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico a partire dalla torre di Caprona, lo sviluppo delle terme (unico caso in Italia in cui le terme non portano utile), il recupero delle cave abbandonate, lo sviluppo di un incubatore per imprese agricole sull'olio d'oliva, il bilancio partecipato per decidere come e dove spendere i soldi e tanto altro ancora.

Chiaramente per realizzare tutte, o anche solo alcune di queste idee, i cittadini dovevano essere in grado di capire come l'amministratore impegna i fondi disponibili e come dirottare le spese al fine di realizzare quanto previsto, potendo facilmente analizzare i bilanci.

Tra l'altro anche la normativa attuale prevede che le amministrazioni rendano i bilanci accessibili a tutti i cittadini, ma questo comporta un costo molto elevato per realizzare un programma adatto, in quanto non solo si richiede la consulenza di esperti informatici, ma anche esperti in bilanci per enti pubblici nonché esperti in normative minori ma altrettanto importanti come la privacy.

Anche se alla fine ha prevalso la tifoseria politica invece che il programma elettorale (del resto le altre liste non avevano nulla di diverso da quanto fatto da sempre), è stato eletto un consigliere e il gruppo certificato del Movimento 5 Stelle, insieme ad esperti esterni, ha realizzato il progetto promesso gratuitamente, sostenendo tutti i costi. Potete vedere qui come la vostra amministrazione spende i vostri denari (www.bilanciovico.it). Visto che l'idea era comunque quella di fare un servizio alla comunità, il programma è stato regalato all'amministrazione Comunale, la quale ha rifiutato di adottarlo per motivi ideologici, nonostante, come vedete nel sito, non sia inserito nessun riferimento ne al Movimento 5 stelle, ne al meetup o altro.

Grazie all'evento Italia 5 stelle di Imola, il nostro piccolissimo Comune ha presentato vari progetti interessati, tra i quali www.bilanciovico.it che è stato apprezzato da moltissime realtà, tra la più importante per numero di impegni di spesa è senz'altro quella del Comune di Milano (oltre un milione e trecentomila abitanti) nel quale il programma funziona perfettamente.

Siamo molto orgogliosi che il lavoro gratuito di alcuni cittadini di un piccolo Comune sia oggi accolto e stimato da una delle più grandi città italiane e conosciute al mondo e che tutti quelli che hanno creduto nel programma partecipato siano finalmente in grado di vederne i frutti, nonostante il ruolo ricoperto di opposizione, ma sopratutto siamo orgogliosi che Paolo Landi, l'unico consigliere eletto, ricopra diligentemente il ruolo di opposizione nonché dedichi tempo ed energie per portare avanti i progetti richiesti.

Ci viene in mente il detto: NEMO PROFETA IN PATRIA:

 

foto di Movimento 5 stelle - Lungomonte Pisano.

Comunicato Forum Acqua Valdera

Il Forum Acqua Valdera aderisce al Coordinamento Democrazia Costituzionale della Valdera, che sostiene le campagne referendarie contro la "riforma" costituzionale e l'Italicum. Leggi molto pericolose, il cui effetto combinato è lo stravolgimento delle architetture fondamentali della Costituzione repubblicana e del nostro sistema democratico, e lo svilimento dei principi del voto libero ed uguale e della rappresentanza democratica; un tentativo che porta con sé il segno inequivocabile di un'idea plebiscitaria della politica, concentrando i poteri nelle mani dell'esecutivo e del leader di turno, e azzerando il ruolo dei contrappesi istituzionali. Per questo è fondamentale che i cittadini si informino attentamente sulla pericolosità di queste modifiche legislative, visitando i siti delCoordinamento Democrazia Costituzionale, delComitato per il NO al referendum Costituzionale, e delComitato contro l'Italicum.

 

Come Forum Acqua Valdera sosteniamo anche la campagna per i Referendum Sociali. Il comitato nazionale è formato da varie realtà associative, sindacali e di movimento che, insieme, stanno cercando di costruire una "primavera dei diritti e della democrazia" promuovendo la raccolta di firme per l'indizione di referendum contro la cosiddetta legge "Buona scuola" e contro gli inceneritori e le trivelle, oltre ad una petizionecontro La Legge Madia che annulla i vittoriosi referendum sull'acqua del 2011. Istruzione, salute, ambiente e beni comuni: temi strategici per il futuro del nostro paese, che interessano direttamente tutti, e sui quali si vuole ridare la parola ai cittadini. Anche in questo caso, per approfondire è possibile visitare il sito dellacampagna per i Referendum Sociali.

 

MANCANO CIRCA 3 SETTIMANE AL TERMINE DELLA RACCOLTA DELLE FIRME PER TUTTE QUESTE IMPORTANTI CAMPAGNE REFERENDARIE.

 

INVITIAMO TUTTI GLI ATTIVISTI ED I SIMPATIZZANTI DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA, TUTTI I CITTADINI A RECARSI NEL PROPRIO COMUNE A FIRMARE A SOSTEGNO DI QUESTI REFERENDUM; E' POSSIBILE FARLO IN OGNI COMUNE DELLA VALDERA.

 

Più sotto vi segnaliamo anche alcuni banchetti previsti nelle prossime settimane in Valdera presso i quali è possibile firmare.

 

La vostra firma vale molto; TUTTI A FIRMARE! Per la costituzione, la democrazia e un Italia migliore.

 

PROSSIMI BANCHETTI RACCOLTA FIRME

 

Referendum Sociali

- venerdì 3/06 ore 9:00-13:00 c/o Mercato settimanale a Pontedera

- sabato 4/06 ore 16:00-19:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

- sabato 18/06 e domenica 19/06 ore 18:00-21:00 Festa Economia Solidale, Circolo Ortaccio, Vicopisano

 

Referendum costituzionale e Italicum

- venerdì 3/06 ore 9:00-13:00 c/o Mercato settimanale a Pontedera

- sabato 4/06 e domenica 5/06 Sagra delle ciliege a Lari (davanti Circolo Arci)

 

Referendum costituzionale e Italicum (banchetti ANPI)

- venerdì 3/06 ore 16:00-20:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

- venerdì 10/06 ore 16:00-20:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

- sabato 11/06 ore 16:00-20:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

- domenica 12/06 ore 16:00-20:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

- venerdì 17/06 ore 16:00-20:00 c/o Corso Matteotti a Pontedera

 

Referendum costituzionale e Italicum (banchetti M5S)

- Tutti i sabato Corso Matteotti Pontedera

- Domenica 12/06 ore 9,00-18,00 c/o V.le A. Diaz (inizio pista ciclabile) Vicopisano

 

Panem et circenses

panem et circenses

 

E' di Giovenale la celebre frase "panem et circenses", ed esprime il disprezzo per il popolo romano dell'età imperiale che non si occupa più di politica, non e' impegnato nelle guerre e chiede all'imperatore solo il pane e gli spettacoli del circo. Questa però è una visione non del tutto veritiera, perché la plebe romana non era certo una massa di fannulloni disoccupati nutrita dalla generosità degli imperatori e amante degli spettacoli. A questo errore si aggiunge l'opinione che imperatori e la classe dirigente avessero escogitato questo espediente per distogliere il popolo dall'occuparsi di politica, dal ribellarsi ecc.. impegnandolo nel tifo sportivo e nella passione per i gladiatori che erano veri e propri divi del momento! Il tifo sportivo d'altra parte non è un fenomeno dei regimi dispotici, ma è comune anche ai popoli altamente politicizzati. Vero e' che tali giochi ed elargizioni servivano ad accrescere la popolarità degli imperatori e degli alti magistrati romani e tanto più erano grandiosi tanto più attiravano le simpatie del popolo. I senatori romani e gli imperatori padroni del mondo offrono giochi alla plebe di Roma, distribuiscono elargizioni ai loro partigiani e soldati e praticano apertamente quella che oggi si potrebbe definire la POLITICA DEL CONSENSO.

(Fonte: L.Perelli, IL MONDO ANTICO, ROMA)

Ritornando ai giorni nostri, possiamo vedere che poi non molto è cambiato: i nostri amministratori usano feste, sagre, mercatini, pranzi e cene varie (che per carità sono utili per vivacizzare l'economia locale e socializzare), per ottenere quel consenso che difficilmente risquoterebbero informando correttamente i cittadini delle decisioni che prendono nel chiuso delle loro stanze senza un democratico confronto con le minoranze e che disinvoltamente si approvano in sede di Consiglio Comunale, irridendo le minoranze, il loro lavoro ed i loro interventi. (cfr. bilancio, gestione dei rifiuti, acque etc.).

Spontanea è la nostra riflessione ora come allora:, "Chi non conosce la storia è destinato a riviverla"
(Cit.: George Santayana)